Organizzare una manifestazione di trail runnig, ma anche una manifestazione podistica con una formula più consueta, è una faticaccia enorme e mentre la si sta organizzando ci si domanda più volte: chi me lo fa fare?

La risposta arriva a manifestazione conclusa quando tutte le cose vanno per il verso giusto, cosa che non capita sempre: la soddisfazione di vedere in modo palpabile la gioia di chi ha partecipato.

Complice una giornata di sole invernale unica, complice la possibilità di conoscere ben due mesi prima dell’evento il numero dei partecipanti e di aver avuto tutto il tempo per organizzarci a dovere, al TTR24 le cose sono andate alla grande, tanto dal punto di vista dei partecipanti che degli organizzatori.

Un migliaio di partecipanti, una giornata di sole, una macchina organizzativa che ha girato alla perfezione.

Raccogliamo in questa pagina qualche “reperto” di questa meravigliosa esperienza, a cominciare dalle cose che contano di più una volta … passata la tempesta.

Fondamentale il supporto avuto da Sport Dolomiti per le iscrizioni e il timing. Un grazie enorme!

ASSOLUTA 25 K

ASSOLUTA 15 K

LUDICO MOTORIA

25 K – 1.000 d+

Download file: 20231226_083528.gpx

15 K – 550 D+

Download file: 20231224_081035.gpx

I PERCORSI SONO STATI TRACCIATI DA FABIO SARCOGNATO EMILIO ZAGO E WALTER ZANATTA

Molto bella, a detta di tanti, anche la grafica usata nella comunicazione, frutto della competenza e della sensibilità di Walter Durante, runner e capace, quindi, di vivere le cose da dentro. Raccogliamo qui per conservare il ricordo della comunicazione.

La medaglia finisher, molto apprezzata

IL GADGET RICORDO DEL TTR24

Dal punto di vista finanziario, come organizzatori, la nostra “filosofia” è che una manifestazione deve sostenersi con le quote d’iscrizione, al netto del lavoro dei volontari (nessuno dei quali riceve un compenso e neppure un rimborso spese) e di eventuali sponsorizzazioni in denaro (sempre più rare).

Il Gruppo Podistico Povegliano non intende far cassa con le manifestazioni che organizza e neppure beneficenza: i soldi che vengono incassati con le iscrizioni devono essere tutti restituiti ai partecipanti in forma di servizi e prodotti.

Quest’anno, grazie anche alla chiusura delle iscrizioni in largo anticipo, abbiamo avuto tutto il tempo per gestire adeguatamente il budget. Abbiamo investito adeguatamente in sicurezza (ambulanze, medici, radioamatori), in servizi pre e post gara (docce, spogliatoi, wc chimici, deposito sacche), abbiamo attivato un ricco servizio timing… Siamo riusciti, anche, a confezionare un ricco pacco gara e ad inserire nel ristoro finale la pasta e fagioli e il vin brulè …

RASSEGNA STAMPA

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *